Connacht vince senza mete, Zebre nuovo ko

Kumail Jaffer
06 April 2019

Share this article

Al 6° minuto dopo un lungo multifase Connacht sblocca il parziale col piazzato di Carty dai 22. Faticano le rimesse che regalano un possesso ciascuna con gli irlandesi che guadagnano terreno al 13° grazie al gioco al piede.

Da una serie di mischie ai 5 metri Connacht può attaccare grazie alla crescente indisciplina dei bianconeri ma Tuivaiti ruba il possesso al pack di Galway.

Contrattacco del Connacht che avanza fino ai 5 metri con Butler al 21° guadagnando il 6° fallo che Carty spedisce in mezzo ai pali.

Un’altra rimessa non controllata da un nuovo possesso in attacco ai nero-verdi, fermati ai 10 metri dal placcaggio di Boni.

Attaccano alla mano le Zebre al 27° col break di Brown ma l’azione sfuma sui 22. Sull’altro fronte al 33° gli irlandesi commettono fallo.

Padovani fa risalire le zebre, multifase termina con in avanti di Sisi in territorio Connacht. Gli irlandesi risalgono il campo.

Difesa solida della Franchigia del Nord Ovest che costringe al tenuto a terra Butler. Il primo tempo si conclude sul 0-6.

Ad inizio ripresa le Zebre vanno in meta: lunga percussione con Mbandà ed il break di Boni: l’azione vede Bellini segnare dopo un raccogli e vai con Padovani che fallisce il sorpasso dalla piazzola.

Al 49° l’ottavo fallo italiano sulla difesa di una maul porta Heffernan a lanciare ai 5 metri: dopo un lungo multifase cade la trincea italiana con la meta di Leader alla bandierina destra, annullata dal TMO dopo la pressione del caloroso pubblico del Lanfranchi.

Ci credono le Zebre all’ora di gioco con un bel multifase chiuso al piede sui 5 metri dall’ottima pedata di Renton.

Pasticcia la rimessa irlandese che concede il turnover al XV del Nord-Ovest che può giocare una mischia ai 5 metri.

Il primo fallo a favore sull’ingaggio frutta il piazzato di Padovani che fallisce ancora il sorpasso.

Anche Connacht sbaglia la pedata dopo un fallo e non trova la rimessa nei 22 al 67°.

Il tenuto dell’attacco ospite da a Biagi e compagni la rimessa in attacco che non viene controllata. Il pack bianconero trova il fallo al centro del campo al 76° che Palazzani calcia largo alla sinistra dell’H del Lanfranchi.

Ci riprovano le Zebre con il multifase sulla metà campo col tenuto a Rimpelli che chiude il match a 20 secondi dalla fine.

Arriva solo un punto per le Zebre nonostante una superlativa difesa che per la prima volta sotto la direzione Bradley non concede mete all’avversario in gara ufficiale.

Share this article