Zebre, una vittoria in rimonta

Will Thompson
15 September 2018

Share this article

Parte subito in salita la serata per le Zebre a Parma. Una ricezione sbagliata di Giammarioli e dalla seguente mischia i Cardiff Blues trovano subito il buco vincente e dopo circa 90 secondi di gioco arriva la meta di Olly Robinson. E le cose peggiorano subito dopo, quando un pallone perso da Ceciliani ridà palla ai Blues e nel prosieguo dell’azione è Kristian Dacey a schiaccare e gallesi già in fuga dopo 5 minuti. Insiste Cardiff, le Zebre faticano a trovare l’ovale e ancora una volta sono gli ospiti a trovare una touche sui 5 metri d’attacco. E da lì è Anscombe a prendere l’ovale, Tommaso Boni resta fermo e il gallesi si infila e terza meta, questa volta tra i pali, e Cardiff che vola già sul 21-0 dopo 10 minuti di gioco. Al quarto d’ora, finalmente, segnale delle Zebre che costruiscono una bella azione con diversi offload e alla fine è Canna a schiacciare al largo. Perdono troppi ovali, però, i padroni di casa e i gallesi sono sempre pronti ad approfittarne. Al 20’ ottimo buco trovato da Bisegni, ma l’offload di Violi a Biagi non si chiude e nulla di fatto. I secondi 20 minuti vedono le due squadre confrontarsi a viso aperto, ma né le Zebre né i Cardiff Blues trovano gli spunti vincenti e, così, ecco che si va al riposo sul 21-7 per i gallesi.

Zebre Rugby

Provano a rientrare in partita le Zebre, ma qualche errore di troppo impedisce ai padroni di casa di accorciare il distacco nei primi minuti del match. Si arriva al 50’ e i Blues trovano una punizione e Gareth Anscombe può andare sulla piazzola, ma manca i pali con il pallone che esce alla destra. Ancora una palla persa dai bianconeri, ancora un fallo e questa volta Anscombe non sbaglia. Non convince Tuivaiti, troppi i suoi errori sia palla in mano sia in sostegno, e Zebre che non sono mai pericolose. Alzano il ritmo i Blues alla ricerca della meta del bonus. E, invece, è Johan Meyer a sfondare al 64’, quando Canna viene fermato con un placcaggio alto e Zebre che si riportano a -10. Si entra così negli ultimi dieci minuti con le due squadre entrambe alla caccia del punto di bonus, con Cardiff che vuole scappare via e le Zebre che vogliono riaprire i giochi. E al 72’ è Francois Brummer a indicare la strada ed è quella delle Zebre che segnano una bella meta al largo, grazie anche allo sfondamento di Apisai Tauyavuca e bianconeri che si portano a -3. Ora sono le Zebre a credere alla rimonta e a mettere in difficoltà dei Cardiff Blues che rivedono i fantasmi di Treviso. E i fantasmi diventano realtà al 79’ quando la mischia delle Zebre sfonda e i Blues non possono fare nulla se non vedersi superati da Fabiani.

Share this article