DFP Header Area

Treviso vince nel finale con i Dragons, Zebre ko a Dublino

Charlie Bennett

9 Apr 2018

Tags

Vince al termine di una partita semplicemente folle, il Benetton Treviso di Kieran Crowley che al Comunale di Monigo supera anche i Dragons e aggancia quota dieci successi stagionali e dall’alto dei suoi 50 punti è al momento l’ottava forza del Campionato. In Veneto accade di tutto: dal 26 a 6 con il quale si va negli spogliatoi all’intervallo (mete di Ruzza, Ioane, Allan e Tebaldi) alla clamorosa rimonta che porta i gallesi sul 26-27 a dieci dalla fine (a segno Hill, Rosser e Connor Edwards). Treviso rischia grosso ma allo scadere, sull’ultima azione di gioco, un calcio di punizione piazzato tra i pali da Tito Tebaldi regala ai bianco-verdi i cinque punti fondamentali per rimanere ancorati all’Ulster e al suo quarto posto della Conference B.

Proprio i nord-irlandesi firmano il capolavoro del venerdì, espugnando Murrayfield con un netto 32 a 20 e costringendo così Edimburgo al primo ko in Guinness PRO14 dal derby perso a Glasgow il 30 dicembre dello scorso anno.

Altro successo roboante anche per gli spiritati Ospreys che al Liberty Stadium di Swansea strapazzano il Connacht chiudendo per 39 a 10 un match senza storia, dominato da un ispiratissimo Dan Biggar.

Male invece le Zebre nell’improba trasferta di Dublino. Alla RDS Arena Biagi e compagni rimediano un’altra pesante lezione dal Leinster che, trascinato da un Max Deegan in grande spolvero (incredibile l’ingenuità difensiva bianco-nera sulla sua prima meta…), si aggiudicano partita e cinque punti con un perentorio 41 a 6.

Agli irlandesi rispondono però gli Scarlets di Wayne Pivac che nel big match di giornata contro i Warriors, difendono Llanelli dall’assalto scozzese con un 26 a 8 che non ammette repliche (doppietta di Rhys Patchell). Solo una meta tecnica nel finale regala invece il successo ai Cheetahs contro i Blues a Bloemfontein. Cardiff riesce faticosamente a costruire un vantaggio di cinque lunghezze a tredici minuti dalla fine ma due cartellini comminati prima a Alex Cuthbert e poi a Brad Thyer tra il ‘78’ e l’ottantesimo spianano la strada alla marcatura decisiva dei padroni di casa che arriva, puntale, sull’ultima azione della partita.

Successo, infine, con bonus e sempre in rimonta anche per Munster a Port Elizabeth. I Southern Kings cullano per quasi un tempo il sogno di strappare alla corazzata irlandese il secondo successo stagionale ma le mete di Niall Scannell e Calvin Nash negli ultimi due minuti della prima frazione tagliano le gambe ai sudafricani, che crollano nella ripresa.