DFP Header Area

Le Zebre lottano, ma vince Munster

Charlie Talbot-Smith

26 Nov 2017

Tags

Zebre con Venditti a sorpresa in campo dal primo minuto e subito conquistano un fallo per avere una touche nei 22, ma un avanti risposta indietro i padroni di casa.

Ma quando il Munster ruba l’ovale s’invola il giocatore irlandese, ma viene recuperato da Bruno a un passo dalla linea di meta. Fallo bianconero in maul, ma gli ospiti centrano il palo con il piede e nulla di fatto. Zebre frenetiche nei propri 22, avanti e ancora Munster in attacco. Fallo di Meyer in mischia e questa volta JJ Hanrahan non sbaglia e 3-0 per il XV di Limerick al 10’. Ancora un fallo delle Zebre e ancora un errore di Hanrahan, che ha un 1 su 3 dalla piazzola nel primo quarto d’ora. Insistono gli ospiti, rubano una touche nei 22 bianconeri, obbligano le Zebre a portare la palla in area di meta e mischia pericolosa sui 5 metri. Ancora un vantaggio, con le Zebre in sofferenza e arriva la meta meritata di Rory Scannell e Munster che scappa via sul 10-0.

Prova a reagire il XV di Bradley, ma la difesa del Munster non dà respiro ai bianconeri, che faticano a costruire del gioco. Ancora una touche sbagliata dai padroni di casa nei propri 22 e, così, arriva la seconda meta con James Hart al 25’. E gli irlandesi dominano, giocano quasi esclusivamente loro con le Zebre incapaci di reagire alla superiorità ospite. Munster però troppo fallosi in difesa, così all’ennesimo fallo, questa volta sui 5 metri, arriva il cartellino giallo per Robin Copeland e ospiti in inferiorità fino a fine primo tempo. Zebre che ora alzano il ritmo, insistono a puntare al bersaglio grosso nonostante l’indisciplina irlandese e arriva la meta di Bisegni al 35’. Fallosissimi gli irlandesi e al 39’ giallo anche per Arnold e Munster momentaneamente in 13. Così le Zebre, che fino alla mezz’ora soffrivano, ora possono rientrare nel match e a tempo quasi scaduto Palazzani rischia grosso, lancio lunghissimo all’ala dove c’è Jacopo Sarto che rompe due placcaggi e va in meta e i primi 40 minuti si chiudono sul 17-14 per Munster, dopo che per mezz’ora sembrava un monologo irlandese.

A inizio ripresa esordio stagionale per Maxime Mbandà, il Munster cerca di tornare sul piede avanzante, touche sui 5 metri, maul che avanza, ma alla fine un brutto errore fa sprecare tutto agli ospiti. Ma le Zebre perdono l’ennesima touche, ma si salvano ancora una volta, anche se gli irlandesi restano nei 22 bianconeri e ritrovano la parità numerica in campo. Serve uno sfondamento proprio di Mbandà per risalire il campo, ma poi un passaggio sbagliato ridà mischia e ovale agli ospiti. Soffrono le Zebre, Munster che gioca sempre con un vantaggio e al 52’ arriva la meta di Alex Wootton che riporta i suoi oltre il break sul 22-14. Zebre che sono in confusione, bruttissimi passaggi da parte della mediana che mette nei guai i compagni di squadra e bianconeri che arretrano pericolosamente anche palla in mano. E così, ecco che al 56’ arriva la quarta meta del Munster che non fatica ad andare oltre con ancora una volta Alex Wootton e ospiti che scappano via sul 29-14 conquistando il bonus offensivo.

Zebre che riescono a difendere con ordine con lo scoccare dell’ora di gioco e al 66’ si riportano finalmente nei 22 avversari. E al 69’ dopo una bella azione nata con una maul avanzante, il tentativo di Bruno di schiacciare, ecco che l’ovale viene calciato al largo da Azzolini dove Venditti è da solo e può schiacciare senza problemi per il -10 bianconero. Ancora Munster, però, a riprendere a macinare in una ripresa dominata, ma commette troppi errori e non chiude ancora il match. Bianconeri che, però, non riescono a risalire il campo per poter essere pericolosi e riaprire i giochi.Al 76’ bella azione dei padroni di casa, prima un break che vale diverse decine di metri, poi un calcetto al largo con Bruno che fa sponda Mbandà, ma poi i bianconeri vengono trascinati fuori dal campo. Poco dopo, invece, Bruno velocizza una palla in touche, ma il passaggio a Gaffney è pessimo e obbliga l’estremo a un avanti che, di fatto, chiude il discorso a tre minuti dal termine. Chiude in attacco la squadra di Limerick e va in meta anche Calvin Nash. Finisce, così, 19-36 per il Munster che porta a casa anche il bonus.