DFP Header Area

Warriors inarrestabili, Galles amaro per le italiane

Enrico Borra

Enrico Borra

6 Nov 2017

Tags

Ottavo successo per i Glasgow Warriors in otto giornate di stagione in Guinness PRO14.

Gli scozzesi di Dave Rennie piegano anche il Leinster allo Scotstoun nel big match di giornata e si confermano l’unica formazione ancora imbattuta dell’Emisfero Nord.

Dura giusto una ventina di minuti il tanto atteso confronto tra la prima della Conference A e la ex-seconda del Girone B, il tempo necessario ai padroni di casa per rispondere colpo su colpo alle mete iniziali di marca irlandese firmate Gibson-Park e O’Loughlin e approfittare del giallo a Jordi Murphy per segnare l’uno-due che decide il match tra il 22’ e il 24’ del primo tempo (doppiette di Grigg e Horne).

Nella ripresa il guizzo di Adam Byrne illude gli uomini di Leo Cullen, incapaci però di sfruttare anche una ghiotta superiorità numerica.

Allungano così al comando della Conference B gli Scarlets che superano il Benetton Treviso 20 a 8 grazie ad una super-prestazione di Dan Jones, autore di una meta, due trasformazioni e due calci di punizione (tutti di McKinley invece i punti dei veneti).

Grazie al successo nel match pazzesco dell’inusuale Wolfson Stadium, l’Ulster scavalca al secondo posto del raggruppamento proprio il Leinster e si lancia all’inseguimento dei campioni in carica.

Contro i Southern Kings però i bianchi di Belfast rischiano tantissimo, bravi comunque a risolvere il match con tre mete (Trimble, Ross e Diack) negli ultimi 10 minuti di gioco mandando così agli archivi la sfida contro la cenerentola sudafricana con un rocambolesco 43 a 36 (primi due punti stagionali per il gruppo di Deon Davids).

Successo fondamentale anche per Edimburgo, ora quarta ma con ben nove punti da Treviso, al quinto posto.

Gli uomini di Cockerill dopo aver espugnato Monigo riescono infatti a piegare nettamente la resistenza degli Ospreys al Myreside, ispirati da Kinghorn e Tovey. Bella e importante anche la vittoria del Munster a Cork contro i Dragons: decide una super-prestazione di JJ Hanrahan che trascina con una meta, quattro assist e 14 punti al piede la Red Army al secondo posto nella Conference A.

Cadono infatti i Cheetahs allo Sportsground di Galway contro il Connacht.

Non basta ai sudafricani l’ennesimo acuto del metaman Mapimpi, colpiti a freddo dal parziale di 13 a 0 firmato Adeolokun-Ronaldson nella prima mezz’ora di gioco.

Sconfitta amara infine per le Zebre a Cardiff.

I Blues colpiscono con Lloyd Williams, Halaholo, capitan Rees, Matt Morgan e Tom James e archiviano la pratica bianco-nera con un perentorio 37 a 8 che vale cinque punti in classifica e il sorpasso proprio a Castello e compagni al quinto posto del Girone A.