DFP Header Area

Cheetahs in extremis a Parma

Daniel Barnes

28 Oct 2017

Tags

Inizia palla in mano la squadra bianconera, ma poi due falli in sequenza mandano i Cheetahs sulla piazzola dopo 4 minuti e primi punti del match per il XV sudafricano.

Zebre che commettono molti errori in questa fase del match, con Minozzi che calcia malamente in touche tenendo i Cheetahs in attacco.

E, così, ecco che un tentativo d’intercetto di Canna libera la strada agli ospiti che al 7’ vanno in meta con Mapimpi e Cheetahs che scappano subito. Poco dopo, invece, infrazione sudafricana ed è Canna ad accorciare dalla piazzola al 9’.

Ancora errori in casa Zebre, ancora Cheetahs in attacco, ma la difesa bianconera difende bene con Licata e fallo avversario.

Restano in attacco le Zebre, fanno ancora un fallo i Cheetahs, Canna sulla piazzola e al 15’ è -2 per i padroni di casa.

Poco dopo in avanti banale dei sudafricani nella propria metà campo e occasione per le Zebre di riportarsi subito in attacco.

E Canna trova il break, libera il compagno, palla a Minozzi che manda fuori giri il difensore diretto e si tuffa sulla bandierina per il sorpasso e il 13-8 per le Zebre al 19’.

Partita, come prevedibile, molto aperta, veloce ed equilibrata e subito sono i Cheetahs a rendersi pericolosi, ma le Zebre difendono benissimo, maul e palla rubata sui 5 metri difensivi.

Infortunio, però, per Sami Panico che deve uscire al 22’ per concussion, venendo momentaneamente sostituito.

Al 23’ Meyer fa il buco, guadagna da solo almeno 40 metri, Zebre che finiscono in touche ma restano nella metà campo sudafricana. Sudafricani molto fallosi e al 28’ Carlo Canna va sulla piazzola per portare oltre break i padroni di casa sul 16-8.

Cheetahs che soffrono anche in mischia e Zebre che controllano questa fase del match.

Tanti errori di handling per le due squadre, Cheetahs che provano a marcare prima dell’intervallo, ma Zebre ottime in difesa e nulla di fatto e squadre al riposto sul 16-8 per le Zebre.

Zebre che partono forte a inizio ripresa, ma non concretizzano il buon possesso iniziale.

Tornano così avanti i Cheetahs, spingono vicino ai 22, fallo di Castello in ruck e sudafricani che vanno sulla piazzola con Ernst Stapelberg per il -5 al 45’.

Ospiti più intraprendenti ora, Zebre che soffrono in difesa, ma rubano una importante touche in difesa.

Continuano ad attaccare i Cheetahs, nuovo fallo bianconero e Stapelberg porta sul 16-14 il match.

Zebre che reagiscono, maul che devasta quella arancione, fallo, cartellino giallo per Coetzee.

Zebre che scelgono la touche, nuova maul e questa volta arriva la meta dei padroni di casa con Fabiani e con i due punti di Canna al 55’ si è 23-14.

Una touche persa in attacco regala ai Cheetahs un contrattacco pericoloso, ma la difesa bianconera impedisce ai sudafricani di fare male. Al 59’, però, un calcio stoppata di Violi dà la palla in gioco rotto ed è nuovamente Mapimpi a fare male e a segnare la seconda meta per i Cheetahs e 23-21 all’ora di gioco.

Sudafricani che giocano rischiando molto, con calci al limite dell’impossibile, ma non sempre le giocate riescono e così le Zebre possono provare a riportarsi avanti per allungare nuovamente oltre il break. Bianconeri che, però, ora sono meno concreti e Cheetahs che, da parte loro, cercano i punti del sorpasso.

Una pulizia di ruck esagerata, però, ferma i sudafricani e riporta il XV di Parma in attacco. Ennesima touche sbagliata, però, e ancora una volta nulla di fatto e sul contrattacco fallo delle Zebre e occasione d’oro per i Cheetahs che vanno in touche sui 5 metri.

Attaccano i sudafricani, arrivano a un metro dalla meta, ma poi Chistolini obbliga al fallo gli avversari e salva una situazione pericolosissima.

E’ la difesa a tenere le Zebre sopra la linea di galleggiamento mentre passano i minuti.

Giammarioli riparte dalla mischia, si trascina diversi avversari attaccati alla maglia, li obbliga al fallo e touche in attacco per i bianconeri per chiudere il match.

Affondano l’attacco i padroni di casa, rimbalzano sulla difesa Cheetahs, ma alla fine fallo in attacco e nulla di fatto ancora una volta.

Così il fallo lo fanno le Zebre sulla metà campo e i sudafricani possono andare per i pali dalla distanza per cercare i tre punti del sorpasso.

Sulla piazzola Zeilinga, ma il calcio è corto e nulla di fatto. Rischia ancora la squadra di Parma che regala una mischia nei propri 22, fallo, vantaggio, fischio e piazzato che chiude il match e dà ai Cheetahs la vittoria 24-23.

Per le Zebre una nuova vittoria lasciata sull’erba proprio nel finale e una nuova cocente delusione.