DFP Header Area

Weekend d’oro per il rugby professionistico italiano

Enrico Borra

Enrico Borra

25 Sep 2017

Tags

Due successi per Benetton Treviso e Zebre Rugby nel quarto turno di Guinness PRO14 e nove punti storici per l’Italia del rugby in un weekend indimenticabile.

Venerdì il capolavoro dei bianco-verdi di Crowley: un 16 a 6 inflitto agli Ospreys al Comunale di Monigo, capace di fare da eco allo straordinario successo ottenuto una settimana prima a Edimburgo. Ancora una volta la difesa, il coraggio, e la determinazione hanno concretizzato la splendida organizzazione difensiva che ha deciso il match. Budd e compagni hanno infatti lasciato ai gallesi solo due calci di punizione in tutti gli ottanta minuti, segnando in apertura con Minto e chiudendo i conti con il piede di McKinley e di Banks. Treviso ha ora nove punti in classifica e, soprattutto, gode al momento un record 50/50 (due vittorie e due sconfitte) con un punto di bonus difensivo raccolto in una delle due sconfitte.

Sabato poi lo show delle Zebre a Port Elizabeth ha completato la festa italiana. Nello “scontro tra gli ultimi” in casa dei Southern Kings gli uomini di Bradley hanno impressionato per qualità della manovra, esecuzione e velocità: una prestazione che ha strappato applausi anche ai fans sudafricani. Ben sei le mete realizzate dai bianco-neri che grazie a Bellini, Giammarioli, Boni, Bisegni, Sarto e capitan Castello, hanno assicurato alla franchigia federale il primo successo stagionale e il sesto punto in queste prime quattro giornate (tre delle quali giocate lontano dal Lanfranchi).

E’ però stata una giornata importante anche per i verdetti sanciti dagli altri campi. Sono infatti cadute Munster e Leinster, in vetta alle classifiche dei Giorni A e B, e se la sconfitta della Red Army a Glasgow (ora nuova leader della Conference A) era alla vigilia un risultato ipotizzabile, parecchio clamore ha fatto il netto quanto inatteso ko subito dagli uomini di Leo Cullen a Bloemfontein contro i Cheetahs. Il largo successo dell’Ulster in casa contro i Dragons ha quindi incoronato la nuova regina del momento. Anche gli Scarlets campioni in carica hanno approfittato del passo falso dei dubliners portandosi, grazie al 28 a 8 inflitto a Llanelli all’Edimburgo, al secondo posto.

Primo fondamentale successo stagionale infine per i Cardiff Blues che allo Sportsground di Galway hanno stappato con un tiratissimo 17 a 15 il successo ai padroni di casa, conquistando quattro punti vitali che hanno permesso l’aggancio ai cugini Ospreys all’ultimo posto della Conference A.