DFP Header Area

Zebre, seconda vittoria di fila

Andrew Lawton

8 Apr 2017

Tags

Al primo ingaggio in mischia chiusa le Zebre ottengono un fallo a favore sulla propria introduzione: dopo la rimessa è il drive la scelta offensiva di Biagi e compagni.

Avanza la maul italiana ed arriva il secondo fallo contro gli ospiti che Canna trasforma dai 22.

Al 7° sono i gallesi a provare con il drive sui 22: non avanza il pack di Newport con l’ovale aperto che fa entrare i Dragons nei 22; l’abbrivio porta in meta dopo alcuni raccogli e vai Hill per il vantaggio ospite.

Al 10° le Zebre provano al piede ma l’up 6 under di Violi è controllato dalla difesa gallese con i bianconeri che concedono campo agli avversari a causa di un calcio di Padovani finito direttamente fuori dal campo.

La touche gallese è recuperata però da D’Apice in fondo allo schieramento con l’azione che si chiude col placcaggio alto di Beard su Boni che costa il terzo fallo a Evans e compagni.

Canna decide per la rimessa laterale col drive che avanza nuovamente: ai 5 metri su un punto d’incontro Violi colpisce però in avanti il pallone.

La mischia italiana respinge indietro i gallesi con l’ovale schiacciato oltre la linea da Lovotti, oggi al 50° cap con le Zebre.

Canna non trasforma da posizione molto decentrata col punteggio sull’8-7 per i bianconeri.

I gallesi ci provano al piede ma Padovani questa volta esce dai 5 metri seminando diversi avversari; sulla metà campo però arriva il tenuto contro D’Apice: O’Brien sbaglia il lungo calcio.

Al 21° Zebre nei 22 con la sgroppata di Greeff ma l’azione è bloccata e il possesso recuperato dai Dragons. Risalgono con fatica le Zebre che non riescono a controllare bene le rimessa laterale al 27°, ma la difesa avversaria concede un fallo per fuorigioco che Canna ricalcia in touche sui 22.

Crolla la maul italiana ma avanzano le Zebre col multifase sull’out esterno con ottimi ricicli degli avanti. La lunga azione porta alla meta di Minnie ben servito dal chip di Violi.

La trasformazione di Canna porta le Zebre oltre il break al 31°. Il XV del Nord-Ovest domina ancora in mischia ottenendo un altro fallo: dopo la rimessa Greeff è portato però fuori dal campo sui 22.

Bella azione dei trequarti bianconeri al 36° che risalgono 30 metri con un bel fraseggio alla mano ma l’ovale è poi perso in avanti da Bisegni nel tentativo di riciclo per Canna.

Pack italiano sugli scudi: l 38° terzo fallo contro la mischia gallese e touche ai 5 metri ma arriva il turn-over a favore degli ospiti prima che Jones cambi entrambi i piloni. Minnie non rotola via dopo la mischia e arriva così il secondo fallo del primo tempo contro le Zebre.

La ripresa vede subito i bianconeri perdere una rimessa sulla metà campo con l’azione offensiva dei gallesi fermata sui 22 con un in avanti.

Il piede di Canna fa risalire le Zebre al 44° ma il possesso è sempre ospite: bravo Morgan a bucare la difesa italiana al centro della linea e servire Meyer.

I Dragons vanno così in meta alla bandierina con Hughes, i due punti aggiuntivi di O’Brien riportano gli ospiti a meno 1 nel parziale.

Dopo gli ingressi di Fabiani e Ceccarelli spinge la maul italiana che avanza fino ai 10 metri ma il tallonatore neo entrato viene sanzionato con un tenuto.

L’inerzia è dei padroni di casa che risalgono con Canna dai propri 22: l’ovale è servito al largo per Minnie col sudafricano che ricicla sottomano per l’accorrente Padovani.

L’estremo della nazionale azzurra accelera da metà campo e brucia tutti gli avversari per la terza meta delle Zebre trasformata da Canna.

Due minuti dopo il XV di coach Jimenez trova anche la meta del bonus con Meyer: dopo un calcio di liberazione di Padovani Ruzza ruba la rimessa gallese.

Bravo Canna a gestire l’ovale velocemente, grazie al suo riciclo il pallone arriva nelle mani di Meyer che supera di forza la difesa ospite vicino ai pali.

La franchigia di base a Newport risale grazie ad un placcaggio alto di Biagi che porta alla rimessa sui 10 metri italiani.

La rimessa è sporcata ma dopo la mischia l’arbitro Murphy sanziona un placcatore italiano ma la difesa italiana è brava a contenere il fallo giocato veloce.

Il TMO sanziona Landman che spinge Bisegni a gioco fermo. Al 23° arriva il fallo a favore per le Zebre sul punto d’incontro sui 30 metri.

Canna va per i pali ma sbaglia il suo secondo calcio di giornata. Evans e compagni provano a reagire giocando una rimessa sui 22 ottenuta per un fuorigioco di Furno sulla maul ma le Zebre recuperano il possesso con l’aggressività sui punti d’incontro.

TMO ancora protagonista a dieci dal termine: il placcaggio pericoloso di Bordoli costa il giallo all’argentino sulal metà campo con le Zebre che chiudono la sfida in inferiorità numerica.

Ci provano i Dragons con il drive avanzante ma è Minnie che costringe Landman al tenuto sui 22.

Avanza la maul bianconera fermata in modo indisciplinato dai gallesi: questa volta Biagi decide per la rimessa ai 5 metri che non viene controllata bene dal capitano bianconero.

Non succede più nulla d’importante in campo se non il fischio finale dell’arbitro Murphy che sancisce la prima vittoria con bonus stagionale delle Zebre che colgono i cinque punti contro i Dragons come 12 mesi fa.