DFP Header Area

Dragons: il giocatore da tenere d’occhio

Andrew Lawton

7 Apr 2017

Tags

Dal suo arrivo nell’Emisfero Nord, poco più di due anni fa, il neozelandese Nick Crosswell ha compiuto una crescita costante nel rugby europeo che lo ha portato ad affermarsi come uno dei capisaldi del pack dei Newport Gwent Dragons.

In due stagioni, il 31enne di Feilding ha infatti usato tutta la sua esperienza e la sua profonda conoscenza del gioco per divenire un punto imprescindibile per la Regione gallese, tanto da aver già festeggiato le cinquanta presenze con i giallo-rosso-neri.

196 centimetri per 110 chilogrammi di peso, il versatile ex capitano di Manawatu può ricoprire indifferentemente tutte le posizioni della seconda e terza linea, offrendo allo staff tecnico dei Dragons una duttilità preziosa, soprattutto per un campionato estremamente vario come il Guinness PRO12.

Placcatore efficace e ball carrier affidabile, è però in rimessa laterale che Crosswell da il meglio di se: quest’anno infatti è secondo solo allo scozzese Ben Toolis per numero di rimesse rubate al lancio avversario.

Con cinque stagioni di Super Rugby alle spalle, svariate presenze nelle nazionali giovanili neozelandesi e anche un cap con i Maori All Blacks, l’ex Turbos è oggi uno dei giocatori di maggiore esperienza nel giovane schieramento di casa a Rodney Parade ed è divenuto in questa stagione anche rispettatissimo vice-capitano.

Maturato rugbisticamente con Manawatu nel Campionato Provinciale della Grande Nuvola Bianca (oltre 80 presenze), Crosswell è arrivato proprio attraverso le prestazioni firmate con i Turbos al grande palcoscenico ovale dell’Emisfero Sud.

Nel 2010 ha infatti esordito nel Super Rugby con la maglia degli Hurricanes, trovando il campo con buona continuità da numero 6. L’anno successivo il trasferimento agli Hurricanes lo ha visto ancora protagonista, prima come riserva di sostanza e nel 2012 come uno dei cardini della rotazione giallo-blu.

Gli ultimi due anni di Crosswell in Super Rugby sono firmati Chiefs: un periodo di luci e ombre, fatto di una decina di presenze e poca gloria, ma impreziosito dalla conquista del titolo 2013.

Crosswell è quindi sbarcato a Newport nel febbraio del 2015, dopo aver trascinato Manawatu alla vittoria nella finale dell’ITM Cup Championship su Hawke’s Bay, grazie ad un contratto di due stagioni e mezza.

Da allora non si è più fermato: 13 presenze nel 2014/2015, 20 l’anno seguente e addirittura 22 già firmate nella stagione in corso, lo hanno portato a diventare oggi uno dei giocatori più concreti ed affidabili in circolazione nel Guinness PRO12.